6in9ine potrebbe evitare l’ergastolo, con gli arresti domiciliari, gli ultimi aggiornamenti su questa vicenda.

6in9ine uno dei rapper americani più famosi al mondo, a soli 22 anni ha scalato tutte le classifiche mondiali, di lui se ne è sempre parlato ma non sempre in una maniera positiva, in questi ultimi mesi si è parlato tanto della vicenda di 6ix9ine e dei reati che ha commesso, rapina, spaccio e possesso illegale di arma da fuoco: sono solo alcune delle accuse rivolte al rapper americano Tekashi 6ix9ine, 22 anni, che potrebbe rischia una condanna che va da 25 anni all’ergastolo. È stato arrestato insieme all’ex manager Kifano Jordan (licenziato la scorsa settimana prima dell’accaduto) e altre due persone con sei diversi capi d’accusa. Il rapper è stato fermato per aver violato la libertà vigilata dopo la condanna dello scorso ottobre dal tribunale di New York per aver infranto il patteggiamento raggiunto con le autorità tre anni fa, quando fu condannato a tre anni di carcere per reati di natura sessuale con minorenni: si dichiarò colpevole per aver coinvolto un bambino in una performance di natura sessuale, e all’epoca evitò la prigione con un patteggiamento che prevedeva però di rigare dritto negli anni successivi. Invece Hernandez è stato coinvolto in altri guai con la giustizia: a maggio è stato accusato di aggressione armata e a luglio è stato arrestato in Texas, ma è stato arrestato anche per delle indagini avviate già cinque anni fa sulle attività della Nine Trey Bloods, la gang alla quale Tekashi sarebbe legato. Le accuse mosse nei confronti di Tekashi 6ix9ine sono racket e possesso illegale di arma da fuoco, ma il rapper deve anche chiarire la sua posizione riguardo una sparatoria in cui è stato coinvolto per difendere gli affari di droga della sua gang contro una rivale. E non finisce qui, perché Tekashi è accusato anche, assieme all’ex manager, di aver preso parte a una rapina a mano armata avvenuta lo scorso aprile e, assieme alle altre persone arrestate, di spaccio di sostanze stupefacenti come eroina, fentanyl, Mdma e marijuana a New York. Al momento è detenuto in un carcere federale della sua città da Novembre di quest’anno.
Qualche mese fa il suo avvocato ha chiesto il rilascio su cauzione, a condizione che il suo assistito fosse tolto il passaporto (così da non poter espatriare), pagare un milione di dollari e stare agli arresti domiciliari, ma il giudice ha negato la cauzione decidendo per la detenzione e spiegando che Hernandez potrebbe essere ancora un pericolo per la comunità anche se le condizioni fossero rispettate.
Ma adesso si è tornato di nuovo a parlare di lui, e che potrebbe uscire prima del previsto evitando l’ergastolo stando ai domiciliari infatti il suo avvocato ha da poco dichiarato che stanno facendo dei nuovi accordi per cercare di fare uscire 6in9ine di galera. Si pensa che possa uscire dal carcere intorno a Settembre del 2019.
Questo solo grazia al fatto che ha deciso di collaborare, e dopo varie riduzioni di pena è riuscito a trovare delle soluzioni per uscire.
Attualmente è sotto un programma di protezione testimoni, uscirà di galera con una reputazione molto bassa. Tanti gli hanno affibbiato il nome di “SnitchNine”, che per un Rapper come lui con la credibilità che aveva, non è il massimo.