Sono anni che la scena rap e trap sta cambiando, tra le tante cose sta cambiando anche il modo di emergere. Oggi vediamo com’è cambiato, se in meglio o in peggio

Da quando ho aperto una pagina rap, sicuramente tra le tante cose che mi capitano di vedere, ascoltare e che spesso mi escono nella home di Instragram, sono i rapper emergenti, ragazzi molto spesso giovani che cercano di emergere nel panorama rap e trap italiano, quasi sempre trovo rapper che cercano di emergere ma onestamente i testi sono quasi sempre scarsi, privi di senso e soprattutto uguali agli altri. Mentre prima nel passato i rapper si distinguevano nel modo di scrivere e di raccontare le cose adesso no, i testi di questi giovani talenti sono insensati e soprattutto senza senso, ognuno uguale all’altro. Questo potrebbe essere qualcosa di veramente “preoccupante” perché nel giro di pochi anni potremmo trovarci una scena rap orribile, con rapper che non possono definirsi tali, insomma una scena completamente devastata.

Ma il punto di questo piccolo articolo non è questo, ma in tutti questi anni com’è cambiato il modo di emergere nel panorama musicale?

Beh in questi anni, abbiamo visto un cambiamento abissale in questa scena, dai testi al flow… ma soprattutto nel modo di emergere, rapper che hanno fatto una gavetta brevissima e che adesso si trovano a gestire un pubblico immenso, un esempio può essere Capo Plaza o anche Shiva. Infatti prima, parliamo dei primi anni del 2000, emergere era molto complicato, non c’erano, come sicuramente saprete, tutti gli agganci che abbiamo adesso, non c’erano i social, i talent e molto altro. All’epoca se eri bravo emergevi con molta più difficoltà, percorrendo una gavetta che durava anni, quasi infinta (o per lo meno così sembra da come la raccontano vari rapper che l’hanno vissuta in prima persona) mentre chi era scarso non emergeva proprio, al contrario di adesso. Invece adesso, per fortuna o no, emergere è molto più semplice, se sei bravo puoi partecipare ad un talent, ma dopo devi comunque mostrare la tua “dote”, ma anche grazie ad Instagram, con un post si possono raggiungere migliaia di fan, e sicuramente può essere molto utile. Ma questo non è molto positivo, perché proprio adesso che emergere è così semplice, il rap è una moda, lo fanno cani e porci senza passione, trasformandolo in una qualcosa di sgradevole anche d’ascoltare. Prima se davvero amavi quello che stavi facendo ti facevi il culo adesso no, basta un click per raggiungere tantissime persone, ma ovviamente i meno bravi spariranno come sempre. Se da una parte c’è chi trova un vantaggio ma per moda, ce per fortuna chi ci mette veramente tanta passione per emergere e piano piano, con sacrifici sta raggiungendo la vetta e per fortuna di questi ragazzi ma anche ragazze, ne vedo tanti 😉

Voi cosa ne pensate di questo modo ormai cambiato di emergere nel panorama? Un qualcosa di negativo o positivo?