Salmo, tra i rapper più ascoltati in assoluto e più adorati dal pubblico italiano. Oggi vi racconto 10 cose che potreste non sapere su di lui

Salmo, tra i rapper italiani che in questi anni ha dominato la scena rap, portando dei cambiamenti nella sua musica e nella scena rap. Sicuramente tra i migliori rapper in circolazione e tra i più ascoltati, nonché il primo rapper ad avere il San siro. Oggi ho cercato di portavi 10 cose che potreste non sapere sull’arista Sardo che ascoltiamo in tantissimi. Prima di procedere all’articolo in se per se, vi ricordo di seguirmi sul mio social principale @forza_rap su Instagram, per meme, frasi e molto altro, e soprattutto per rimanere sempre aggiornati sulla scena rap e trap, e sugli articolo del sito. Detto questo aprite Spotify, indossate un paio di cuffie, e godetevi questo super articolo. Detto questo buona lettura.

  1. Operazione alla voce

Lo sapevate che Salmo, molti anni fa ha subito un operazione alla voce, infatti se andate ad ascoltarvi le sue vecchie canzoni, noterete una voce diversa da quella attuale, un po’ dovuta alla scarsa qualità dei meccanismi con cui registrava i pezzi che rovinavano un bel po’ la voce un po’ per questa operazione.

2. L’inizio

Ha iniziato la sua carriera a 13 anni, nel 1999 ha pubblicato il suo primo demo Premeditazione e dolo con i rapper olbiesi Bigfoot e Scascio infatti con loro formava il gruppo Premeditazione e Dolo

3. Il dissing con Sfera Ebbasta

Nel video di  “Mr. Thunder”, Salmo ironizza sulla scena trap, facendo riferimenti a Sfera Ebbasta, infatti quest’ultimo su Rolling Stone risponde: “Sì, e penso che me lo può sucare, io non parlo di lui, non so cosa fa, non so qual è il suo ultimo pezzo. Lo conosco perché è Salmo, ma se è lui a parlare di me allora ho vinto io. Quando ho visto il video avrei voluto rispondergli “Zio, ma quanto sei un fallito?Poi ci becchiamo e mi saluti?”…. tutto questo poi viene messo a tacere grazie ad un video dove i due si trovano nello stesso ristorante in compagnia. Insomma tra i due all’inizio c’è stata questa faida, ma al momento sembrerebbe esser ritorna la serenità tant’è che hanno pubblicato anche un pezzo insieme, che sicuramente conoscerete

4. Sanremo 2020

Un po’ tutti sappiamo che Salmo doveva esibirsi sul palco dell’Ariston quest’anno. Un’offerta che avrebbe potuto farlo conoscere ancora di più ma purtroppo o per fortuna Salmo ha deciso di rinunciare a questa super offerta, con testuali parole: “Mi sono dimenticato di dirvi una cosa importante. Voglio ringraziare di cuore Amadeus e tutto lo staff di Sanremo per avermi invitato come super ospite della prima serata. Non sarò presente al Festival di Sanremo, non me la sento, mi sentirei a disagio. Tra i due santi, Sanremo e San Siro, scelgo San Siro, quindi se volete venire a sentirmi nel posto giusto, con la gente giusta, venite il 14 giugno a San Siro

5. La maschera

Come tutti sappiamo, all’inizio della sua carriera Salmo indossava una maschera con la croce capovolta quasi “Satanica” non perchè fosse satanico, ma per segno di protesta contro la chiesa, un qualcosa di cui Salmo ne parla anche nel brano 90min.

6. Il suo primo album

The Island Chainsaw Massacre è il primo album in studio di Salmo punnlicato nel 2011, questo album è adesso uno dei migliori nella storia del rap italiano  Dopo quell’anno ha riscontrato sempre più successo, sino ad oggi che è diventato un’icona del rap italiano, come questo album

7. San Siro

Come sappiamo tutti il 14 giugno 2020 Salmo sarebbe salito sopra al grande palco del San Siro, ma lo sapevate che lui è il primo rapper a salirci come artista? Insomma un grande soddisfazione per lui! Se non fosse che è stato rimandato all’anno prossimo

8. Salmo e quella donazione ad Olbia

Maurizio è molto legato alla sua terra Olbia, proprio per questo nella quarantena che abbiamo vissuto qualche mese fa Salmo ha donato all’ospedale dalla sua città ben 35 mila euro per l’emergenza Covid. È stato il prima artista a fare questa donazione e senza nessuna raccolta e di tasca sua, insomma un grande gesto che sicuramente ha aiutato l’ospedale

9. Salmo in Tanta Roba

Nel 2012 firmò per “Tanta Roba”, etichetta di Gué Pequeno e DJ Harsh. In “Tanta Roba” pubblicò due dischi: ” Death USB” nel 2012 e “Midnite” nel 2013. Adesso si vocifera che Gue con lui non è in buoni rapporti, il motivo ancora non lo sappiamo…

10. Lebonski

La Lebonski360 è la nuova Lebel di Salmo fondata il 6 luglio, dopo aver infranto tutti i record e aver dominato le classifiche, Salmo riesce ancora una volta a sorprendere e tracciare la strada. Lebonski 360° sarà un luogo dove sviluppare il talento, un punto di incontro dove aspiranti artisti o artisti affermati potranno trovare stimoli, passione e metodo.  Lebonski 360° avrà un reparto dedicato alla produzione multimediale (cinema, serie tv, podcast, ecc.) e un’Academy, finalizzata a scoprire e coltivare giovani talenti nei campi del beatmaking, della regia, della fotografia e della grafica. Ad accompagnare Lebonski 360° verso il futuro ci sarà Sony Music Italy, casa discografica di Salmo e perfetto partner.