Il nuovissimo album di Highsnob, finalmente disponibile. Oggi vi racconto e vi recensisco questo disco per cui ho avuto molta hype

Venerdì 16 settembre, tra le numerose uscite a livello musicale, troviamo anche il nuovo, nuovissimo disco di Highsnob intitolato “Yang”, un disco perfetto sotto ogni aspetto. Dopo l’uscita di Yin un ep di poche tracce, dopo tanta attesa e tanta hype ha finalmente pubblicato il sequel “Yang”.

L’uscita del disco è stata annunciata qualche settimana fa, inaspettatamente, si, si sapeva di un disco in arrivo ma non così presto. Nonostante questo il disco non ha deluso.

01 Too much
(prod. Tradez, Aaron Loud)

02 No boyfriend
(prod. Aaron Loud, Luke Giordano)

03 Balaclava feat. Nitro
(prod. Dat Boi Dee)

04 Bad bitch  feat. Mambolosco 
(prod. Dat Boi Dee, Aaron Loud)

05 Per odiarti non ho tempo feat. Samuel Heron
(prod. Tradez, Aaron Loud, Luke Giordano)

06 Uber black
(prod. Aaron Loud)

07 La rovina feat. Axos
(prod. Dat Boi Dee, Aaron Loud)

08 Rooftop
(prod. Tradez, Aaron Loud)

09 Bugie da bere feat. Pacestema
(prod. Dat Boi Dee)

10 WANNABE VOL. 3 feat. Junior Cally, Enzo Dong
(prod. Iv Eight)

11 Yin & Yang
(prod. Tradez, Aaron Loud)

Queste sono le tracklist, 11 tracce una meglio dell’altra, con feat inaspettati. Yang si sviluppa in undici ricche tracce. Nell’album ci sono ospiti importati e con diversi stili come: Samuel Heron in Per odiarti non ho tempo (un ritorno del duo che tanto amavamo, un ritorno inaspettato)  Pacestema in Bugie da bere e Junior Cally (che ovviamente non poteva mancare) ed Enzo Dong in Wannabe Vol. 3; arricchiscono ulteriormente Yang Nitro, Mambolosco e Axos. I produttori coinvolti sono invece: Tradez, Aaron Loud, Luke Giordano, Dat Boi Dee e Iv Eight. Alcune tracce sono uscite prima, hanno anticipato il disco, come quella con Samuel e quella con Enzo e Junior.

In questo disco Highsnob non ha sperimentato nulla, è stato diretto. Rispetto al suo primo album Bipopular un disco in cui lui stesso ha detto di aver sperimentato, qui è diverso. Troviamo tracce rap, tracce più amorevoli altre più triste. In 11 tracce è riuscito a dare un equilibro perfetto che non sempre troviamo nel disco. Scegliendo feat accurati e soprattutto inaspettato come quello con Axos o con Nitro. I produttori hanno svolto un ottimo lavoro nelle basi, che non vanno a rovinare il testo.

Insomma questo disco lo trovo maturo, bello e che non stufa. Poche tracce ma studiate alla perfezione. Il mio voto è un 7.5 pieno